3 novembre 2016

Croccanti fiori di zucca ripieni con il formaggio di capra


Cucina Internazionale:        Stati Uniti d'America






Perché tutte le persone non riescono a resistere ai cibi fritti? Potrebbe essere per la croccantezza?
Per l’esterno dorato? Qualunque sia la ragione, io non sono qui per discuterne – il fritto è semplicemente delizioso. Ed è ancora più gustoso quando lo si cucina con ingredienti speciali come fiori di zucchine.
Strappati dalle punte delle zucchine ancora in crescita, questi fiori sono completamente commestibili e vengono utilizzati in una varietà di metodi di cottura. I fiori si trovano nei mercati degli agricoltori nella tarda primavera-inizio estate. Quindi potete immaginare la mia gioia quando mi è capitato di trovarli durante la mia solita gita al mercato contadino di sabato mattina. Splendidi e delicati, erano un piacere per gli occhi e stavo già cominciando a sviluppare un piano su come prepararli.
Mi ha ricordato una ricetta di Jamie Oliver che implicava ripieno e frittura di fiori di zucchine: era una tempura. Mi piaceva l’idea di mantenere i fiori intatti e velarli con una pastella leggera e ariosa. La ricetta per il ripieno richiede ricotta e foglie di menta. Per quanto apprezzi la dolcezza sottile e cremosità della ricotta, stavo puntando a qualcosa di più saporito come ad esempio un formaggio di capra. Ho sostituito le foglie di menta con l’erba cipollina in quanto il mio giardino ne è abbondante e ho pensato a un modo migliore per utilizzarle in questa specialità. Inoltre, ho potuto usare i vivaci (e totalmente commestibili) fiori di erba cipollina come tocco finale. 
L’esterno ha avuto la giusta quantità di croccantezza senza essere troppo unto. E il ripieno. Oh, il ripieno. È stato aspro e forte al punto giusto grazie al formaggio di capra, all’erba cipollina, e alla miscela di scorza di limone.
Ingredienti: x 5 persone 
12
Fiori di zucchine
170
grammi di Formaggio di capra morbido
1
cucchiaio da tavola di Erba cipollina, tritata
5
grammi di Fiori di erba cipollina
1
Peperoncino rosso piccante, tritato
20
grammi di Buccia di limone
3
grammi di Sale
1
grammo di Pepe nero
330
grammi di Farina
375
grammi di Vino bianco da tavola
1
litro di Olio di oliva per frittura
30
grammi di Limoni

Procedimento:

  • Iniziare mescolando il formaggio di capra, erba cipollina tritata, ½ peperoncino tritato, la scorza di limone, sale e pepe insieme.
  • In una ciotola di medie dimensioni, unire la farina e il vino/acqua frizzante con una frusta. Aggiungere un pizzico di sale alla miscela. Dovrebbe essere una consistenza cremosa – una specie di panna. Se è troppo densa, aggiungere più liquido. Se è troppo liquida, aggiungere altra farina.
  • Frullare fino a che diventa liscio. Mettere da parte.
  • Iniziare a riempire i fiori di zucchine con un cucchiaino scarso o giù di lì di composto di formaggio di capra. Sii leggero su di esso in modo da non strapparlo. Premere i petali contro il formaggio di capra in modo che siano chiuse in fasci. Ripetete con il resto.
  • Riempire un casseruola grande con circa 4-5 cm di olio di arachidi a fuoco medio-alto. Una volta che arriva a circa 350 gradi, è pronto. Oppure, verificate se le bollicine stiano iniziando a venire in superficie.
  • Mettere da parte un piatto foderato con carta da cucina per i fiori di zucca fritti per il drenaggio.
  • Lavorando in gruppi di 3-4 fiori di zucchina alla volta, mescolarli fino a rivestirli completamente, sgocciolare l’eccesso (tenendolo lontano) nell’olio caldo. Farli arrivare croccanti e leggermente dorati, girando intorno a loro di tanto in tanto con un mestolo forato per friggerle in modo uniforme; circa 3-4 minuti.
  • Lasciarli scolare su un piatto in un tovagliolo di carta. Ripetere con il resto dei fiori di zucchina.
  • Infine, come decorazione aggiungere i fiori di erba cipollina per l’olio e lasciar soffriggere per alcuni secondi. Eliminarli e poi spargere sopra i fiori di zucchina. Cospargere di sale e il resto del peperoncino tritato quando i fiori di zucchine sono caldi.
  • Servire con spicchi di limone.