28 luglio 2016

Sella di coniglio al nebbiolo con salame di Turgia, toma e nocciole di Chivasso


Cucina Internazionale:Italia ITALIA
La cacciagione regna nel territorio piemontese, e, per chi ama piatti dal gusto deciso e coinvolgente,
le carni vengono brasate nell’ottimo vino.
Il Nebbiolo è un vitigno che produce uva a bacca colorata (nera). È considerato uno dei vitigni di maggior pregio, adatto per vini da invecchiamento di altissima qualità.

Ingredienti: x 4 persone 
600
grammi di Coniglio, Sella di coniglio con posteriori
100
grammi di Salame, di Turgia
20
grammi di Lardo di maiale, bianco stagionato
20
grammi di Nocciole, tritate
80
grammi di Toma, di Lanzo
250
millilitri di Vino rosso, Nebbiolo
1
Sedano
1
Carote
1
Alloro
1
Cipolle
1
Rosmarino

Procedimento:

  • Disossare sella e cosce, appoggiare su un ripiano e adagiare prima il lardo poi il salame di Turgia precedentemente ammorbidito con una forchetta.
  • Tostare le nocciole in un tegame e, quando saranno ben colorite, aggiungere la toma a pezzetti finchè la crema non sarà corposa. Una volta raffreddata spalmare la crema sopra al salame.
  • Aggiungere una grattata di cannella, sale e pepe.
  • Legare con dello spago per creare un rotolino lasciando libre le cosce. Immergere in un sacchetto sottovuoto da cottura inserendo anche vino, spezie e aromi. Lasciare marinare per almeno un'ora.
  • Portare a cottura sottovuoto con una temperatura massima di 65°C o, altrimenti, a bagno maria senza far bollire l'acqua.
  • Adagiare la sella di coniglio a fette sulla salsa ridotta e decorare con bacche di cannella e rosellina di toma.