22 luglio 2016

Pesto di fave alla ligure


Cucina Internazionale:Italia ITALIA
Il Pesto di fave o Marò (Pestùn de fave in ligure) è un’antica preparazione di origini marinare del ponente ligure a base di fave fresche,
molto probabilmente diffusa dai Saraceni. Il termine ''marò'' si pensa possa derivare dall'arabo “mar-a“ che significa condimento, o più semplicemente potrebbe derivare dalla tradizione marinara in cui l’utilizzo di questa salsa era frequentissimo. Si usa generalmente per accompagnare piatti di carne e pesce, come condimento per la pasta, o da spalmare perché no, (almeno a noi piace tantissimo) sulle bruschette. Pochi ingredienti semplici per una ricetta profumatissima.

Ingredienti: x 4 persone 
200
grammi di Fave in baccello, fave già sgranate
10
grammi di Aglio, uno spicchio
1
grammo di Menta, fresca, 6 foglie
3
cucchiai da tavola di Olio extravergine d'oliva (EVO)
2
cucchiai da tè di Aceto (di vino bianco)
2
pizzichi di Pepe nero, in grani da macinare
1
pizzico di Sale grosso

Procedimento:

  • Prendete un mortaio e iniziate a pestare le fave con la menta e l’aglio, unite il sale e continuate fino a quando non otterrete una composto abbastanza omogeneo.
  • Unite il pepe, l’aceto e l’olio, pestate e mescolate fino ad ottenere una salsa cremosa.
  • Se non avete il mortaio potete mettere tutto nel frullatore, ricordandovi di aggiungere aceto e olio come ultimi ingredienti. 
  • Potete conservare la vostra salsa in frigorifero, coprendola con un po’ di olio e carta di alluminio.