20 luglio 2016

Pasta per pizza fatta in casa


Cucina Internazionale:Italia ITALIA
In Italia è possibile acquistare pasta per pizza fresca in quasi ogni panificio, ma anche pasta pronta, già stesa in ogni supermercato.
L'uso di una base pronta può essere comodo e veloce ma, se ci soffermassimo a leggere la lista degli ingredienti di una pasta per pizza pronta, scopriremmo che contiene almeno 14 ingredienti: farina di frumento, acqua, olio di palma, olio di girasole, glutine, difosfati, carbonato di sodio, alcool, acido citrico, sale, gomma guar, acido ascorbico, emulsionanti.  La pasta per la pizza è, al contrario, un alimento semplice, genuino, tradizionale, per il quale sono necessari solo quattro ingredienti: farina, acqua, sale e lievito. Non contiene, né dovrebbe contenere, grassi, addensanti, emulsionanti, antiossidanti e stabilizzanti!
Non vi è alcun motivo per mangiare 10 ingredienti inutili e fuorvianti, introdotti industrialmente per conservare a lungo uno degli impasti più basici e antichi della storia della cucina, concepito per essere preparato, cotto e gustato fresco di giornata.

Ingredienti: x 8 persone 
1.5
chili di Farina
1
litro di Acqua
30
grammi di Sale
3
grammi di Lievito di birra

Procedimento:

  • Mettete un litro d'acqua a temperatura ambiente in una grande ciotola. Versatevi dentro il sale e mescolate, fino al completo dissolvimento. Iniziate aggiungendo all'acqua 500 gr di farina, e mescolando con le mani. All'inizio l'impasto sarà grumoso e appiccicoso. Aggiungete il lievito, e iniziate ad aggiungere a poco a poco la farina restante. Mescolando vigorosamente in modo che l'impasto incorpori tanta aria.
  • Terminata la farina, l'impasto dovrebbe avere l'aspetto di una palla elastica e liscia. Trasferitelo su un piano di lavoro infarinato e lavoratelo con le mani per circa 5 minuti. Copritelo con un canovaccio umido e lasciatelo riposare per cinque minuti. Ricominciate a lavorare l'impasto: attenzione, non tiratelo, ma ripiegatelo su se stesso, in modo che incorpori aria. Poi, copritelo con un canovaccio umido e lasciatelo lievitare, a temperatura ambiente per un'ora e mezza.
  • Trascorso il tempo necessario per la prima lievitazione, rompete l'impasto in sei pezzi. Formate con ciascuno di questi sei pezzi delle palle, spolverizzatele di farina, copritele con un canovaccio umido e lasciatele lievitare per circa 6 ore.
  • Al termine del tempo di lievitazione non vi resta che stendere la pizza. Sarebbe meglio non usare il matterello, per evitare che la pasta perda l'aria che ha incorporato durante la lievitazione, ma stendere la pizza con le mani. Su una spianatoia iniziate a schiacciare ciascuna palla con le nocche, partendo dal centro e allargando la pizza verso l'esterno. Se il movimento verrà fatto con pazienza, la pizza in cottura avrà naturalmente i bordi gonfi e croccanti, perché è proprio lì che le bolle d'aria si verranno a formare.
  • L'impasto per la pizza è pronto per essere condito e infornato.