28 luglio 2016

Minestra di tenerumi


Cucina Internazionale:Italia ITALIA
È una preparazione siciliana di una semplicità francescana ma veramente molto buona e rinfrescante. 

Si prepara con i tenerumi che sono dei teneri germogli di zucche molto particolari, le lagenarie. In alcuni paesi dell’entroterra siciliano li chiamano càddi di cucùzza e nel ragusano ne fanno una specie di passata mentre nel palermitano li cucinano in tanti modi diversi, sbizzarrendo la fantasia. Sono tutte comunque preparazioni leggere e rinfrescanti, facili da digerire tanto che nel dialetto siciliano si dice manciàri pasta chi tinnirùma per significare che si è mangiato un piatto povero, fatto di niente.

Ingredienti: x 4 persone 
500
grammi di Tenerumi
250
grammi di Pasta, Spaghetti, spezzettati
400
grammi di Pomodori, ben maturi
2
Spicchio di aglio
4
Basilico, foglie
3
cucchiai da tavola di Olio extravergine d'oliva (EVO)
1
presa di Sale
1
pizzico di Pepe nero
100
grammi di Caciocavallo

Procedimento:

  • Stacco l’estremità dei tenerumi sotto le prime due foglioline e le metto da parte. Delle altre foglie, scelgo le più tenere che sfilo con cura (butto i gambi). Lavo foglie e germogli molto bene dopo averli tenuti per un po’ a bagno, per rimuovere ogni traccia di terra. Li sgocciolo e li taglio grossolanamente. Dopo averli incisi alla base con un taglio a croce, tuffo i pomodori in acqua in ebollizione, li passo nell'acqua fredda, poi li pelo e li spezzetto eliminando i semi.
  • Scaldo l’olio in una padella e faccio soffriggere dolcemente gli spicchi d’aglio a fettine. Quando hanno preso un leggero colore, unisco i pomodori e un ciuffo di basilico, insaporisco con sale e pepe, rialzo la fiamma e faccio cuocere per 5-6 minuti.
  • Metto sul fuoco una casseruola con un litro abbondante di acqua e, quando inizia l’ebollizione, aggiungo una bella presa di sale e i tenerumi, che faccio cuocere per 5 minuti prima di unire gli spaghetti. Quando la pasta è cotta, elimino se necessario parte dell’acqua e verso nella casseruola il sugo di pomodoro. Mescolo, assaggio per regolare in sale e, dopo un paio di minuti, la minestra è pronta. La servo tiepida.