21 luglio 2016

Chutney al Rabarbaro


Cucina Internazionale:Italia ITALIA
Il rabarbaro non è facilissimo da trovare in Italia, ma se avete la fortuna di reperirlo, provatelo: vi darà grandi soddisfazioni,
ha un sapore unico ma sfatiamo il mito per cui viene definito amaro, diciamo che ha un retrogusto amarognolo e leggermente agro. La qualità che ho utilizzato per questo chutney è quella a gambo rosso e polpa verde, più facilmente reperibile, leggermente aspro quindi meno acido del tipo completamente verde.

Ingredienti: x 4 persone 
800
grammi di Rabarbaro, pulito
100
grammi di Cipolle, rosse
300
grammi di Zucchero di canna
1
cucchiaio da tè di Curcuma macinata
100
grammi di Miele, di Melata
1
bicchierino di Succo di limone

Procedimento:


  1. Per prima cosa pulite il rabarbaro: eliminate le foglie e i filamenti più duri dai gambi, come se fosse sedano. Tagliate ora l’estremità inferiore, quella opposta alle foglie per capirci, e lavateli sotto l'acqua fredda corrente.
  2. Con un coltellino per verdure tagliate i gambi a pezzetti larghi circa un dito e poneteli in una ciotola. Tenete da parte.
  3. Pulite la cipolla rossa e affettatela non troppo sottile, tenete da parte.
  4. In una ciotola mettete il miele con la curcuma e spremetevi il succo del mezzo limone, mescolate bene in modo da rendere il miele più fluido per quando dovrete aggiungerlo alle verdure.
  5. Prendete una casseruola abbastanza capiente, dove poi cuocerete il chutney e fate un primo strato con parte del rabarbaro, metà cipolla e metà zucchero, quindi un altro strato allo stesso modo, per ultimo irrorate con il miele misto al succo di limone e curcuma, mescolate per amalgamare il tutto e lasciate riposare per 1 ora con il coperchio.
  6. Trascorso il tempo di riposo, mettete la casseruola sul fuoco e fate bollire a fiamma bassa per 10 minuti, quindi alzate la fiamma a livello medio e cuocete per 10 minuti, infine abbassate nuovamente la fiamma e cuocete per 20 minuti avendo l’accortezza di mescolare spesso per evitare che si caramelli.
  7. A cottura ultimata, spegnete il fuoco e versate la composta ancora bollente nei vasetti precedentemente sterilizzati, riempiendo fino ad 1 cm dal bordo.
  8. Chiudete bene i vasetti e capovolgeteli fino a completo raffreddamento per creare il sottovuoto. Si conserva in luogo fresco e asciutto per 2-3 mesi, una volta aperto conservare in frigorifero
    .